Your browser does not support Javascript

Languages

9 giugno, Nasce ECCSEL ERIC

Il 9 giugno la Commissione Europea ha deliberato la nascita di ECCSEL ERIC (European Research Infrastructure Consortium), sviluppatosi a partire dal 2008, anno di inserimento dell’infrastruttura nella roadmap ESFRI.

Il consorzio vede la partecipazione iniziale di 5 nazioni: Norvegia (che ne ospiterà la sede legale), Olanda, Regno Unito, Francia ed Italia, ma si espanderà già a partire dal 2018.

OGS è stato nominato dal MIUR representing entity e ospita il Nodo Nazionale italiano di coordinamento delle infrastrutture, che ha il compito di facilitare la partecipazione del sistema italiano all’infrastruttura.

ECCSEL ERIC ha ricevuto 6 milioni di euro di finanziamenti europei durante le due fasi preparatorie progettuali e nella fase di implementazione, che sono serviti a sviluppare una rete di laboratori di eccellenza in materia di Carbon Capture, Transport and Storage (CCS). Obiettivo del consorzio sarà l’allargamento e l’implementazione di questa rete, che già dal 2016 è accessibile alla comunità scientifica internazionale e all’industria attraverso il meccanismo del Transnational Access.

A seguito della delibera, il 12 giugno, a Trondheim, si è svolta la cerimonia ufficiale di inaugurazione dell'ERIC (nella foto di Thor Nielsen/NTNU - Da sinistra: Wolfgang Burtscher, Deputy Director-General of the European Commission's Directorate-General for Research & Innovation Ingvil Smines Tybring-Gjedde, State Secretary in the Ministry of Petroleum and Energy Sverre Quale, ECCSEL project director)

Per maggiori informazioni:

https://ec.europa.eu/research/infrastructures/index_en.cfm