Your browser does not support Javascript

Languages

Rischi naturali

Ambito scientifico

Le attività previste avranno un impatto sulla società nel senso auspicato da Horizon 2020, affrontando le maggiori preoccupazioni condivise dai cittadini, portando ad un aumento del benessere del singolo e della sicurezza della società. Una linea di ricerca e servizi da perseguire prevede l’interfaccia con la comunità ingegneristica, nei settori della pericolosità sismica, della risposta sismica locale e del monitoraggio congiunto suoli-strutture.

Secondo una recente ricerca condotta da ANCE-CRESME (Associazione Nazionale Costruttori Edili), il costo dei danni provocati dai fenomeni di origine naturale legati al territorio italiano (terremoti, frane e alluvioni) dal 2010 a oggi è di 20,5 miliardi di euro, considerando i 13,3 miliardi quantificati per il terremoto in Emilia Romagna. Allargando l’arco temporale al periodo 1944-2012, il costo complessivo è pari a 242,5 miliardi di euro, circa 3,5 miliardi all'anno. Il 75% del totale (181 miliardi), riguarda i terremoti, il restante 25% (61,5 miliardi) è da addebitare al dissesto idrogeologico. Non esistono invece stime dei danni prodotti, o prevedibili, da eventi calamitosi originati in ambiente sottomarino, il cui studio è embrionale sia a livello nazionale che internazionale.

La valutazione e mitigazione dei rischi rientra nelle priorità di Horizon 2020 in quanto affronta e risolve le maggiori preoccupazioni condivise dai cittadini europei e partecipa al miglioramento della resilienza, portando ad un aumento del benessere del singolo e della sicurezza della società.

L’obiettivo di OGS in questo settore è contribuire a prevenire e ridurre i danni e la perdita di vite umane attraverso un miglioramento della conoscenza dei fenomeni naturali, in particolare terremoti, pericolosità dei fondali oceanici (submarine geohazards) e frane e delle loro conseguenze e un potenziamento delle infrastrutture tecnologiche di misurazione e controllo.

Impatto socio-economico

La tematica Rischi Naturali ha ovvie ricadute per la sicurezza della società con la sorveglianza dell’attività sismica, nonché il controllo dell’eventuale attività sismica indotta dalle attività antropiche, e la qualificazione sismica dei siti, ossia come essi rispandono alle sollecitazioni di un terremoto. Inoltre, il monitoraggio geodetico si traduce anche in un servizio di posizionamento di precisione in tempo reale che viene offerto gratuitamente ai professionisti della regione.

Le attività di OGS in quest’ambito hanno applicazioni e ricadute per l’economia, come le attività di micro-zonazione offerte alla pianificazione territoriale, il monitoraggio sismico di impianti industriali o quello congiunto suoli-strutture, ed il supporto offerto alla progettazione antisimica.

La conoscenza della pericolosità in ambiente sottomarino consente la corretta pianificazione dell’uso dei mari e degli oceani nel rispetto del documento EU Green Paper “Towards a future maritime policy for the Union: a European vision of the oceans and seas”. Ha inoltre un’importante ricaduta per la progettazione e la messa in opera di opere ingegneristiche sottomarine come cavi per la fornitura di energia, cavi per la telecomunicazione, tubature e fondazioni di manufatti.

Il monitoraggio del territorio e delle deformazioni in atto permette la migliore pianificazione e la progettazione di misure di mitigazione dei danni a livello locale, per piccole amministrazioni in ambiente montano.