Your browser does not support Javascript

Languages

Storia

Le origini dell’Ente risalgono alla seconda metà del XVIII secolo, quando, su richiesta di Maria Teresa d'Asburgo, i gesuiti istituirono la Scuola di Astronomia e di Navigazione per rispondere alle esigenze di sviluppo del traffico marittimo dopo la proclamazione di Trieste come porto franco nel 1719.

Da quel momento l’istituzione passa attraverso una serie di riorganizzazioni e denominazioni diverse, Accademia Imperiale per il Commercio e Scienze del Mare (1817), Osservatorio Meteorologico (1841), Osservatorio Marittimo (1903), Istituto di Geofisica di Trieste (1921), Istituto Talassografico di Trieste (1941, con autonoma stazione sismica di Trieste che divenne Osservatorio Geofisico nel 1949), Osservatorio Geofisico Sperimentale di Trieste (1958), Osservatorio Geofisico Sperimentale (1989), fino allo statuto attuale (Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale) definito nel 1999. Dal 1958 è in uso l’acronimo OGS, originalmente utilizzato per riassumere la denominazione Osservatorio Geofisico Sperimentale.

Per saperne di più, clicca qui