Your browser does not support Javascript

Languages

Livio Sirovich

Livio Sirovich's picture
Nome: 
Livio
Cognome: 
Sirovich
Sezione: 
CRS
Telefono: 
0402140249
Qualifica: 
Primo Ricercatore
Istruzione: 

Laurea in Scienze Geologiche, indirizzo Applicativo-Geotecnico, Universita' di Trieste (110 e lode) tesi in geologia applicata (pubblicata), tesina in geofisica applicata. Stage 9 mesi post-laurea presso lo Studio Geotecnico Italiano di Milano (prof. Michele Jamiolkowski, quello della Torre di Pisa)

Esperienza: 

Ho una preparazione multidisciplinare.

La prima [per me preziosa] tappa fu uno stage di perfezionamento di 9 mesi, nel 1974-75, presso lo Studio Geotecnico Italiano del Prof. Michele Jamiolkowski a Milano, cui seguì una collaborazione alla ricerca con lo stesso Jamiolkowski, presso il laboratorio di geotecnica del Politecnico di Torino, per la valutazione della liquefazione di sabbie in siti nucleari[1].

1975-77 dipendente della Sondater SaS di Trieste (responsabile misure geofisiche e perizie geotecniche).

1977-81. Borsista ricercatore del Progetto Finalizzato Geodinamica del CNR (pericolosità sismica).

1981 (marzo) – ad oggi. Ricercatore di ruolo (attualmente Primo ricercatore; la politica dell’ente è sempre stata di sotto-inquadrare i ricercatori). Già coordinatore del Gruppo di ricerca “Risk” del dipartimento OGA-OGS, attualmente coordinatore del Gruppo di ricerca “Sismologia Ingegneristica e Tecniche Applicate al Rischio” presso il dipartimento GDL-OGS.

Docenze universitarie:

1980-81 corso semestrale "Topics in Geology" (in lingua inglese) presso la Scuola di perfezionamento post-laurea dell'Advanced School of Physics di Miramare (TS);

1985 un corso di microzonazione sismica all’International School of Solid Earth Geophysics, Erice (1985);

1988-89 corso integrativo di 15 ore a contratto (ex art.25 DPR 382/80) "Microzonazione Sismica" del corso di Sismologia presso la Facolta' di Ingegneria dell'Universita' di Udine;

1989-90 corso integrativo di 20 ore a contratto (ex art.25 DPR 382/80) "Microzonazione Sismica" del corso di Fisica Terrestre presso la Facolta' di Scienze dell'Universita' di Padova (unico docente italiano ammesso, su 6 corsi attivati);

1990-91 corso integrativo di 20 ore a contratto (ex art.25 DPR 382/80) "Sismologia applicata alla pericolosità sismica" del corso di Fisica Terrestre presso la Facolta' di Scienze dell'Università di Pisa;

Anni accademici 1985-86-87-90: docente di parte del corso (2-3 ore/anno) di Ingegneria Sismica del Territorio presso il Politecnico di Milano (titolare: prof.E.Faccioli).

1994 ospite per 15 giorni di seminari alla University of Christchurch (Nuova Zelanda); successivamente, tale università mi ha offerto un insegnamento annuale (giocoforza rifiutato).



[1]  anni dopo, ebbi il privilegio di discutere con lui un aspetto idrogeologico del raddrizzamento della Torre di Pisa.

 

Capacità e interessi: 

Credo di avere una visione abbastanza ampia dei problemi applicativi sismologici e geologico-geotecnici.

Per hobby, scrivo libri a sfondo storico: http://www.pordenonelegge.it/festival/edizione-2014/autori/2259-Livio-Si...

Major projects: 

Sono stato finanziato durante tutte le tornate dei progetti Geodinamica e Gruppo Nazionale Difesa dai Terremoti del CNR, e dei progetti "S" del Dipartimento Protezione Civile e INGV.

Coordinatore nazionale (1981), per il Progetto Finalizzato Geodinamica del CNR, dell'intervento di 67 docenti e ricercatori italiani in 39 studi di microzonazione sismica in Irpinia-Basilicata (5 studi eseguiti personalmente; volume pubblicato, Sirovich [a cura di, 1983] pp. 1-218, 52 tavv. f.t.).

Coordinatore nazionale (settembre 1982 – dicembre 1984) della Linea di Ricerca "Microzonazione Sismica" del GNDT del CNR (Decreto del Ministro della Ricerca Scientifica e Tecnologica del 30.9.1982).

Coordinatore nazionale (settembre 1982 – dicembre 1984) del Gruppo di lavoro del GNDT del CNR «Standard minimi» per elaborare proposte normative sulla microzonazione sismica e per la decretazione governativa sulle indagini geotecniche.

Membro (aprile 1985 – dicembre 1989) (unico geologo italiano) dell'Italian Task-Force of the International Society for Soil Mechanics an Foundation Engineering, Subcommittee on Earthquake Geotechnical Problems in Europe (ERC-Eq, Italy), che elaborava proposte normative a livello europeo.

Titolare responsabile (dal 1986 a tutt'oggi, ininterrottamente) di argomenti di ricerca CNR-GNDT (poi INGV-GNDT, indi Prot. Civile-INGV) nell’ambito di tutte le convenzioni stipulate fra questi enti. Ho sottomano questi nn. di contratti CNR: 86.00182.02, 89.02048.54, 90.00938.PF54, 93.02496.PF54, 94.01721.PF54, 95.00620.PF54, 96.02963.PF54, 97.00536.PF54, 98.03227.PF54, lettera OGS prot. 2462/98 attestante responsabilità scientifiche per quattro Temi: 7 "Calcolo risposte sismiche...", 8 "Umbria Marche inversione...", 9 "Inversione di intensità...", 10 "Calcolo di mappe amplificazione..." Etc.

Coordinatore nazionale (aprile 1987 - dicembre 1988) di uno degli 11 G.d.L. del GNDT (1.3 - "Valutazione delle modificazioni della pericolosita' sismica per effetto delle condizioni locali", e del sottogruppo "Metodologie Semplificate" nella Microzonazione Sismica).

Membro del Consiglio Scientifico (per due mandati, 1992-2001, fino all’accorpamento dell’istituto nell’INGV) dell'Istituto di Ricerca sul Rischio Sismico del CNR di Milano (Nomina 14 marzo 1992; rinnovi fino al 16 settembre 2001);

Progettista-coordinatore nazionale (1994-1997) dell'esperimento GNDT di misura e modellazione della risposta sismica del sito accelerometrico di Buja (UD). L’esperimento è proseguito negli anni con un progetto S3 Prot. Civile-INGV ed in un progetto PRIN2007 per sfociare anche in un articolo accettato con «minor revision» l’1 giugno 2011 dal BSSA.

Progettista-proponente di un progetto FIRB-Cina-2007[1] (Prot. RBIN07LH7S). Sono riuscito a coinvolgere il Politecnico di Milano (coord. E. Faccioli) ed un importante partner cinese[2], l’Università di Pechino (School of Earth & Space Sciences, coord. Xiaofei Chen). Siamo arrivati secondi su 260 domande, ed il progetto sarebbe stato finanziabile, ma abbiamo avuto sfortuna perché quella tornata è finita in niente per mancata erogazione dei fondi italiani.

Il primo anno (2007) che l’OGS è stato ammesso a concorrere ai progetti PRIN, sono stato progettista-proponente di un progetto approvato, che coinvolgeva Politecnico di Milano (poi coordinatore del progetto), Politecnico di Torino, Università di Trieste ed OGS: «Predizione del moto sismico e generazione di mappe di scuotimento in prossimita’ della sorgente di un terremoto», prot. RBIN07LH7S.

Coprogettista-proponente di un nuovo progetto PRIN(2009; coordinatore R. Paolucci, Politecnico di Milano) tuttora all’esame del Ministero («La risposta sismica di bacini alluvionali: studi sperimentali e simulazioni numeriche per la valutazione della pericolosità e dell'input sismico» prot. 2009BKKAP2).

Progettista-proponente di un progetto S1 2012-2013.



[1] Lo cito anche se (non per nostro demerito) non venne finanziato, perché la ritengo un’esperienza organizzativa importante, nata dalla mia iniziativa.

[2]  Per inciso: altri cinesi stanno replicando in ambiente ‘Mat-Lab’ la nostra tecnica originale KF per l’inversione delle intensità e la produzione di scenari di danno. M. Xia, Z.L. Wu and C.S. Jiang (2008). A Matlab-Based Database Of Seismic Intensity For Historical Earthquake I

 

 

Curriculum vitae: 
Lingue parlate: 
Italiano, Inglese, Tedesco Francese e Latino (molto elementari)